Per “fare” AIA: la commissione IPPC-AIA

Incominciamo con questo articolo a trattare degli strumenti – organismi e soggetti istituzionali – che dobbiamo conoscere nell’ambito delle attività e procedure che portano ad ottenere il rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale.

Stimolati dalla curiosità, dalle domande che vengono poste sull’argomento e anche per nostra personale … ignoranza, prendiamo le parole direttamente dal testo del decreto istitutivo della “Commissione ex Dlgs 59/2005 – Ippc/Aia – Individuazione e uso delle migliori tecniche disponibili”:

Art.1 – Istituzione della commissione (..omissis..)

Art. 2 – Composizione della commissione

1. La commissione è nominata dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio ed è composta da:

a) tre membri designati dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, tra cui viene scelto il presidente;

b) tre membri designati dal Ministro dello sviluppo economico, tra cui viene scelto il vice presidente con funzioni vicarie;

c) tre membri designati dal Ministro della salute;

d) un membro designato dal Ministro delle politiche agricole e forestali, che integra la commissione limitatamente allo svolgimento dei compiti inerenti le attività di cui al punto 6.6 dell’allegato I al decreto legislativo n. 59/2005;

e) un membro designato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni.

Art. 3 – Compiti della commissione

1. La commissione ha il compito di:

a) fornire relazioni tecniche contenenti gli elementi necessari alla predisposizione delle linee guida previste dall’articolo 4, comma 2, del decreto legislativo n. 59/2005;

b) fornire il supporto ai Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio, dello sviluppo economico e della salute in ordine ai provvedimenti attuativi del decreto legislativo n. 59/2005;

c) fornire il supporto tecnico per la partecipazione dell’Italia allo scambio di informazioni di cui all’articolo 14, commi 3 e 4, del decreto legislativo n. 59/2005.

2. La commissione, per l’esercizio delle proprie funzioni, può istituire ed avvalersi di gruppi tecnici ristretti, i cui componenti sono nominati tra soggetti appartenenti agli enti di ricerca pubblici e privati, alle università ed alle associazioni di categoria e tra esperti di settore, anche appartenenti alle pubbliche amministrazioni.

Art. 4 – Modalità operative della commissione  (..omissis..)

Art. 5 – Entrata in vigore  (..omissis..)

Ma non è tutto qui, a breve questa Commissione e la “Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale, VIA e VAS” dovranno essere soppresse: verrà istituita la NUOVA “Commissione unica per i procedimenti ambientali VIA, VAS e AIA”.

Per saperne di più, per conoscere quali modifiche sono previste nel dlgs 152/06, nei compiti della Commissione, nelle procedure, vai ai seguenti link (fonte IPSOA):

E nel sito del Ministero dell’Ambiente? Ad oggi si legge ancora la “vecchia” composizione della Commissione, ormai superata come si legge, per esempio QUI:

“20 agosto 2012, Al via da oggi nuova Commissione AIA. ROMA – E’ al lavoro da oggi la Commissione Ippc-Aia che entro il 30 settembre prossimo dovrà …. Alla guida della commissione c’è adesso Carla Sepe, che ne faceva già parte. Il precedente presidente, Dario Ticali, ….” Continua a leggere, dalla Gazzetta del Mezzogiorno.

Autorizzazione Integrata Ambientale – Gruppo Linkedin

Questo sito – per ora – costituisce solo la pagina di accesso ad un Gruppo Linkedin sull’Autorizzazione Integrata Ambientale, che tratta di imprese e attività AIA – IPPC:
– l’ambiente e l’economia
– il territorio e l’azienda
– stakeholder e comunicazione
Il Gruppo è focalizzato su quello strumento per “fare impresa al meglio” che è l’Autorizzazione Integrata Ambientale, la cui trattazione è contenuta nel D.Lgs. 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”, parte seconda: Procedure per la valutazione ambientale strategica (VAS), per la Valutazione dell’Impatto Ambientale (VIA) e per l’Autorizzazione Integrata Ambientale (IPPC).

N0N HAI UN PROFILO LINKEDIN? Nessun problema: è un gruppo APERTO, puoi consultare liberamente le discussioni e le altre aree di attività presenti!

Il Gruppo potrà avviare discussioni, incontri pubblici, attività relative al tema dell’AIA, coinvolgendo i più disparati soggetti, con un tratto comune:
• essere concisi e concreti
• fare bene e farlo conoscere
• essere semplici, ma senza semplificare
• citare riferimenti precisi, ove possibile casi pratici
• superare le criticità portando proposte
• confrontare le idee e le esperienze di tutti
• ascoltare anche chi non è d’accordo
• comprendere i punti di vista degli “altri”
• promuovere una “cultura dell’AIA” come risorsa per tutti,
sempre tenendo uno sguardo multifocale: ITALIA, Europa, Mondo.

Il Gruppo non ha sponsor né promuove alcun soggetto in particolare, né per ruolo né per autorevolezza, intende invece costituire un centro di aggregazione e di informazione e conoscenza a favore di tutti, ma a partire dal Tuo contributo, QUI e ORA, in PRIMA PERSONA.

Ti interessa? Questo il link: Gruppo AIA Linkedin