AIA – Ambiente e Semplificazioni: progetto B.R.A.V.E. e linee guida 231 ambiente

Con la maiuscola: Ambiente e Semplificazioni. L’Autorizzazione Integrata Ambientale deve trovare qui uno “spazio” nel prossimo futuro, per diventare un atto amministrativo che davvero “faccia la differenza” per l’impresa che lo impiega, e che soddisfi tutte le parti interessate (lavoro, sicurezza, ambiente, comunità …).

Il Corriere della Sera del 30 aprile scorso ha pubblicato alcune pagine esponendo le singole materie che dovrà affrontare il nuovo Governo; ne alleghiamo un piccolo estratto, per i 2 temi – Ambiente e Semplificazioni – che riguardano le materie che trattiamo in questo sito.

La qualità dei risultati dipenderà anche dalla qualità delle azioni – coordinate e nella medesima direzione strategica – che verranno attuate dai diversi Ministeri interessati.

Continua a leggere

Autorizzazione Integrata Ambientale e dichiarazione E-PRTR 2013

Siamo arrivati al giorno “prima dell’esame”! A fronte della scadenza del 30 aprile, nessuna novità nel sito istituzionale, su QUANDO sarà possibile compilare e trasmettere la Dichiarazione… Andiamo allora a leggere, nello stesso sito http://www.dichiarazioneines.it cosa dicono le FAQ:

DOMANDA: “4.1 La mancata o incompleta o inesatta presentazione della dichiarazione PRTR è soggetta a sanzioni?”

RISPOSTA: “L’attuale quadro di riferimento normativo non consente di individuare uno specifico impianto sanzionatorio, comunque previsto dall’art. 20 del Regolamento (CE) n.166/06, relativo ai casi di non conformità agli obblighi previsti dal Regolamento stesso.”

Qual è il valore di queste affermazioni? Ce lo precisa il sito stesso, leggiamo insieme:

“L’attività di f.a.q. è finalizzata a fornire un servizio di assistenza per gli utenti del sito – Dichiarazione E-PRTR – Le risposte fornite da – ISPRA – hanno l’obiettivo di ampliare le informazioni a disposizione degli interessati ma NON possono avere valore legale o di prova in sede di giudizio.
Ricordiamo che le risposte date non possono esaurientemente risolvere i problemi esposti. Le stesse sono infatti fornite in base alla sola conoscenza di quanto esposto nella domanda ed in forma forzatamente concisa.”

E ALLORA COSA FARE? Anche in passato sono accadute situazioni simili…

Vogliamo – malgrado tutto – essere coerenti? Abbiamo adottato dei sistemi di gestione ambientale?

Allora mandiamo, in data 30 aprile, una email (PEC, se l’abbiamo…) al sito di riferimento per la PRTR, scrivendo che:

ci è trovati nella impossibilità oggettiva di adempiere ad una scadenza … di legge, chiediamo di indicarci una ALTERNATIVA, concludiamo chiedendo di essere informati sul QUANDO vi saranno le condizioni per compilare la dichiarazione e con QUALE TERMINE TEMPORALE PROROGATO

Non è – ovviamente – possibile né mettere una persona in attesa davanti al sito web, né ASSALIRE IL SITO TUTTI INSIEME quando finalmente sarà accessibile…

ATTENZIONE! Questo post NON è di alcun interesse per tutti coloro che pur essendone soggetti NON hanno mai presentato la dichiarazione E-PRTR (ex INES), per il motivo che “tanto non ci sono controlli né sanzioni, e non siamo certificati con un SGA….”

Per “fare” AIA: la commissione IPPC-AIA

Incominciamo con questo articolo a trattare degli strumenti – organismi e soggetti istituzionali – che dobbiamo conoscere nell’ambito delle attività e procedure che portano ad ottenere il rilascio dell’Autorizzazione Integrata Ambientale.

Stimolati dalla curiosità, dalle domande che vengono poste sull’argomento e anche per nostra personale … ignoranza, prendiamo le parole direttamente dal testo del decreto istitutivo della “Commissione ex Dlgs 59/2005 – Ippc/Aia – Individuazione e uso delle migliori tecniche disponibili”:

Art.1 – Istituzione della commissione (..omissis..)

Art. 2 – Composizione della commissione

1. La commissione è nominata dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio ed è composta da:

a) tre membri designati dal Ministro dell’ambiente e della tutela del territorio, tra cui viene scelto il presidente;

b) tre membri designati dal Ministro dello sviluppo economico, tra cui viene scelto il vice presidente con funzioni vicarie;

c) tre membri designati dal Ministro della salute;

d) un membro designato dal Ministro delle politiche agricole e forestali, che integra la commissione limitatamente allo svolgimento dei compiti inerenti le attività di cui al punto 6.6 dell’allegato I al decreto legislativo n. 59/2005;

e) un membro designato dalla Conferenza dei Presidenti delle Regioni.

Art. 3 – Compiti della commissione

1. La commissione ha il compito di:

a) fornire relazioni tecniche contenenti gli elementi necessari alla predisposizione delle linee guida previste dall’articolo 4, comma 2, del decreto legislativo n. 59/2005;

b) fornire il supporto ai Ministri dell’ambiente e della tutela del territorio, dello sviluppo economico e della salute in ordine ai provvedimenti attuativi del decreto legislativo n. 59/2005;

c) fornire il supporto tecnico per la partecipazione dell’Italia allo scambio di informazioni di cui all’articolo 14, commi 3 e 4, del decreto legislativo n. 59/2005.

2. La commissione, per l’esercizio delle proprie funzioni, può istituire ed avvalersi di gruppi tecnici ristretti, i cui componenti sono nominati tra soggetti appartenenti agli enti di ricerca pubblici e privati, alle università ed alle associazioni di categoria e tra esperti di settore, anche appartenenti alle pubbliche amministrazioni.

Art. 4 – Modalità operative della commissione  (..omissis..)

Art. 5 – Entrata in vigore  (..omissis..)

Ma non è tutto qui, a breve questa Commissione e la “Commissione tecnica di verifica dell’impatto ambientale, VIA e VAS” dovranno essere soppresse: verrà istituita la NUOVA “Commissione unica per i procedimenti ambientali VIA, VAS e AIA”.

Per saperne di più, per conoscere quali modifiche sono previste nel dlgs 152/06, nei compiti della Commissione, nelle procedure, vai ai seguenti link (fonte IPSOA):

E nel sito del Ministero dell’Ambiente? Ad oggi si legge ancora la “vecchia” composizione della Commissione, ormai superata come si legge, per esempio QUI:

“20 agosto 2012, Al via da oggi nuova Commissione AIA. ROMA – E’ al lavoro da oggi la Commissione Ippc-Aia che entro il 30 settembre prossimo dovrà …. Alla guida della commissione c’è adesso Carla Sepe, che ne faceva già parte. Il precedente presidente, Dario Ticali, ….” Continua a leggere, dalla Gazzetta del Mezzogiorno.