Autorizzazione Integrata Ambientale: un libro per migliorarla

L’Autorizzazione Integrata Ambientale è lo strumento che regola l’esercizio dell’attività di migliaia di imprese che operano in settori molto diversi, dalla moda all’industria manifatturiera, dall’alimentare alla produzione di energia, dal trattamento dei rifiuti agli allevamenti.

Il quadro normativo di riferimento per le AIA è comune in tutta Europa. Tutto ebbe inizio con la Direttiva 96/61/CE, riscritta dalla 2008/1/CE, poi confluita nella 2010/75/CE: la Direttiva emissioni industriali – IED.

In Italia quest’ultima è stata recepita con il D.Lgs. 4 marzo 2014 n. 46, a cui ha fatto seguito una serie di atti e circolari emessi sia dal governo centrale che dagli enti locali.
L’AIA è un sistema “work in progress”, con tutte le difficoltà ed opportunità che ciò può comportare.

Vuoi parlare di ciò che conosci, e desideri poterlo fare con un dialogo fra tutte le parti coinvolte nel “sistema dell’AIA”?
Ecco una opportunità: l’editore Maggioli ha pubblicato nel luglio 2018 il volume:
Qui trovi evidenziati punti di forza e criticità nella applicazione dell’AIA in:
– impianti di depurazione di reflui urbani che trattano anche rifiuti liquidi
– piattaforme polifunzionali per il trattamento dei rifiuti liquidi
– impianti di trattamento di reflui industriali e/o rifiuti liquidi.
E’ stato condotto uno studio, su base nazionale e locale, su aziende manifatturiere chimico-farmaceutiche, tessili, siderurgiche, cartarie e della gestione dei rifiuti.
L’indagine ha riguardato, in particolare, il livello di applicazione delle BAT (Best Available Techniques), il monitoraggio delle emissioni e l’utilizzo di indicatori di performance ambientale.

Nel volume vengono trattate e approfondite proposte per l’ottimizzazione dell’AIA applicata agli impianti di trattamento di acque reflue e rifiuti, ma non solo.

Desidero saperne di più.